STEMMA ARALDICO AMMIRAGLIO DORIA

Stemma Ammiraglio Doria

Araldica Ammiraglio Doria
Stemma ammiraglio Doria

Lo Stemma dell’ammiraglio Doria è dipinto a mano e ricamato in alcune parti. Sono ricamate la corona ed il contorno dello stemma araldico.

Infatti Il contorno dello #stemma è ricamato a punto festone in oro e argento e la corona  dell’aquila simbolo della famiglia #Doria a punto raso in nero.

Dato che L’aquila è simbolo di forza e di libertà,  vola al di sopra di ogni impedimento, tra la tera ed il cielo ne incarna le caratteristiche  principali, si trova quindi forse per questo in molti stemmi di diverse casate.

Ricamo  realizzato con  filo muliné dell’azienda Cucirini.

Post di Floriana Spreafico

Stemma del Condottiero Bartolomeo Colleoni

famoso condottiero Bergamasco
Stemma del Colleoni  #dipinto a mano con #Gigli #ricamati in #oro

BARTOLOMEO COLLEONI,

Nasce a Solza in quel di Bergamo, “quel lembo di terra tra l’Adda e l’Oglio,  occupata da genti Cordiali e Ostili” , sembra si legga in un dipinto in Vaticano.

Colleoni è ancora oggi ritenuto uno dei più grandi strateghi esistiti da quando nasce “l’Arte della Guerra” in Europa.

Condottiero di grande carisma possedeva un esercito personale al soldo prevalentemente di Venezia.  Ecco spiegata l’effige del Leone ancora visibile su una delle Porte di ingresso alle mura di Città Alta ovvero  Bergamo Alta, la parte vecchia della città.

Capitano di ventura a mio parere atipico o perlomeno non come siamo abituati a pensare un capitano di ventura, detiene il territorio della Gera dell’Adda e lo protegge per lunghissimo tempo, costruisce castelli e fortezze ancora oggi visibili e muore in età molto avanzata 80 anni.

Il suo stemma raffigura 3 testicoli  ( spesso scambiati per cuori rovesciati) ai quali successivamente si aggiungono i Gigli dei D’Angiò. 

In questo stemma osserviamo una delle versioni dello stemma con troncato in rosso e bianco, un testicolo rosso e due bianchi su sfondo inverso. Lo stesso si può trovare anche come troncato di argento e di rosso con due testicoli rossi ed uno in argento.

Questo stemma araldico è stato dipinto a mano ed i gigli ricamati a punto pieno con filo di colore oro.

Post di Floriana Spreafico