HESSE-KASSEL l’esercito mercenario – 1a parte

Origine e storia

L’uso di soldati stranieri non era insolito nell’Europa del XVIII secolo.

Nei due secoli precedenti la Rivoluzione americana, il continente fu caratterizzato da una guerra costante e la forza lavoro militare era molto richiesta.

Hesse-Kassel

La Germania non era ancora una nazione unificata, ma un insieme di diverse centinaia di stati liberamente organizzati sotto il Sacro Romano Impero.

Il conflitto tra queste nazioni (STATI) portò alla creazione di eserciti professionali, esperti e ben addestrati.

Molti centri tedeschi si militarizzarono, con la maggior parte degli uomini sottoposti a un addestramento annuale.

Iniziavano con l’adolescenza fino all’età adulta, spesso servendo per tutta la vita o fino a quando non erano considerati troppo vecchi.

Poiché gli stati tedeschi variavano considerevolmente in dimensioni e ricchezza, molti sfruttarono le loro truppe come risorsa economica, soprattutto perché sostenere un esercito permanente era costoso.

Quando scoppiò La rivoluzione Americana, come spesso accadeva anche in Europa, gli stati tedeschi fornirono un pronto rifornimento di truppe addestrate pronte ad entrare immediatamente in azione.

Hesse-Kassel emerse presto come la principale fonte di soldati.

soldati #Assiani in formazione

Quindi, per mettere in campo un grande esercito professionale con una popolazione relativamente piccola, Hesse-Kassel divenne lo stato più militarizzato d’Europa.

Si passò dal 5,2 al 6,7% della sua popolazione nel XVIII secolo era sotto le armi.

Una famiglia su quattro aveva qualcuno che prestava servizio nell’esercito, una proporzione più grande persino dio quella della Prussia pesantemente militarizzata.

Mentre la Prussia faceva affidamento in parte su mercenari di altri stati tedeschi, l’Hesse-Kassel impiegava solo uomini nativi.

L’esercito era la forza dominante nel paese; tutti i maschi dell’Assia venivano registrati per il servizio militare all’età di sette anni e,

dall’età di 16 fino a 30 anni,

dovevano presentarsi annualmente ad un ufficiale per un eventuale reclutamento.

Solo coloro la cui occupazione era considerata vitale per il paese potevano essere esentati.

Comandante del reggimento Assiano

Quelli ritenuti “sacrificabili”, come vagabondi e disoccupati, potevano essere arruolati in qualsiasi momento.

Il servizio militare dell’Assia era particolarmente severo ed esigente, enfatizzando la disciplina ferrea attraverso punizioni draconiane.

Tuttavia, il morale era generalmente alto e si diceva che i soldati fossero orgogliosi del loro servizio.

Gli ufficiali erano generalmente ben istruiti e, contrariamente alla maggior parte degli eserciti europei, promossi sulla base del merito.

I soldati ricevevano salari relativamente alti e le loro famiglie erano esenti da determinate tasse.

Sebbene il saccheggio fosse ufficialmente proibito, questo rimase una pratica comune (come nella maggior parte delle forze militari dell’epoca), offrendo un altro incentivo al servizio.

l’articolo continua alla prossima puntata. attendiamo i vostri commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

70 + = 75